Inizia giovanissimo ad interessarsi di musica  sotto la guida di Tony Parisi, (bassista Jazz dell’ indimenticabile Joe Venuti) e quella di Oliviero Lacagnina, tastierista dei Latte e Miele (Pino Nastasi fa' parte di questo mitico gruppo ed ha suonato in un concerto che si e' tenuto all' LG Art Center di Seoul in Corea il 7 di ottobre 2008). Milita appena quindicenne in una formazione spezzina di rock Progressivo “Il Lago di Loch Ness” come tastierista e cantante, svolge poco dopo la professione in diverse orchestre di musica leggera. E’ dal 1999 un importante membro della band spezzina di rock progressive G.A.S (Gruppo Autonomo Suonatori) inoltre grazie alle numerevoli partecipazioni live del gruppo inizia la collaborazione con alcuni musicisti storici degli anni ’70 quali Cucciolo dei Dik Dik e Gianni  Mocchetti (storico componente della prima band di Franco Battiato) proprio con quest’ ultimo ha effettuato una registrazione alle tastiere di un brano dello stesso Battiato. Milita poi in una formazione denominata  Power Trio Story con l’inseparabile amico Claudio Barone bassista , il già citato Cucciolo alla batteria e Tony Pagliuca storico tastierista delle Orme. Pino Nastasi suona anche altri strumenti quali chitarra e contrabbasso; con il contrabbasso suona in vari gruppi. Ad esempio il trio,“Tanguedia”, composto da Franco Casabianca alla chitarra e Walter Giannarelli  virtuoso fisarmonicista di Raul Casadei; oppure i Forasteri, un gruppo folk alla ricerca di storie e di melodie forestiere di mondi solo ufficialmente stranieri fra loro. Pino Nastasi ha iniziato lo studio del contrabbasso con il Maestro Danilo Grandi ed ha conseguito sotto la guida del Maestro Gianpietro Zampella primo contrabbasso dell’Orchestra Regionale Toscana il diploma del 5° anno di conservatorio presso il G. Puccini di La Spezia; proprio con questo strumento ad arco, da tempo collabora e suona con diverse orchestre nell’ambito della musica classica. Riscrittosi al conservatorio di La Spezia, ha frequentato il corso di fagotto sotto la guida del M. Davide Maia.